Latino-Poemas
¡Regístrese Ahora!     Conectarse

Consultar

Otros

Usuarios conectados

38 usuario(s) en línea (22 usuario(s) navegando Poemas y prosas)

Registrados: 0
Invitados: 38

más ....

Licencia

Licencia Creative Commons
Textos : 

Il sottomarino volare verso l'assurdo.

Etiquetas: Etiquetasmomento   Etiquetasfondo   Etiquetasproblema   Etiquetasúnico   Etiquetasmodo  
 
Il sottomarino volare verso l'assurdo.
Il colore della sofferenza ignorata.


In fondo il sogno è stato davvero l’unico modo per sfuggire a una realtà che chiedeva solo di essere dimenticata.
Avventurar-si in definitiva in quegli universi, intrecciati o paralleli, che restano perlopiùsconosciuti, nello spazio e nel tempo. Già, perché anche il tempo è un proble-ma: stabilire le origini, il momento esatto dell’inizio, non è facile.
Sulla vergogna della propria disumanità e sulla speranza della propria umanità.

Temi traumatici per eccellenza… l’ansia è una preoccupazione eccessiva che dipende dl fatto che valutiamo in maniera irrazionalmente terribile e intollerabile gli eventi.
Erroneamente riteniamo che un problema si risolva concentrando tutta la nostra attenzione su di esso. Oppure riteniamo -altrettanto erroneamente- che non possiamo fare a meno di pensarci perché siamo fatti così, è la nostra natura.

Non è un paradosso dire che abbiamo bisogno di credere, perché tutta la nostra esistenza è un bisogno, perché non possiamo rimanere consapevolmente soli, mentre desideriamo che la nostra conoscenza, di noi stessi e delle cose, ci porti a sentirci uniti al mondo intero, anche quando questa unione ci fa male.

Il solo desiderarli pone la mente nell’atto creativo per eccellenza. Il boia di questo terzo millennio è l’indifferenza, l’ho detto, ripetuto fino alla noia, non è soltanto paura, viltà, vigliaccheria, che ci fanno indietreggiare di fronte a tanta miserabilità dis-umana, che rendono il nostro cuore una pietra, la nostra dignità un albero senza radici.

La paura alberga in ogni uomo, scava dove la somma non ha mai sapore di giustizia, occorre fare leva su tutte le nostre energie interiori per ritrovare coraggio, quello spazio di terra e di sangue che ci fa schierare, senza se e senza ma, dalla parte chi vede rapinati, umiliati, annientati i propri diritti fondamentali.

Purtroppo non è così, e non sarà mai il silenzio a fare da scarto per una ritrovata coscienza, per una significativa presa di posizione a favore di uno stile di vita equilibrato, non più fondato sulla prevaricazione intenzionale, sulla sottomissione persistente, sulla violenza più asimetrica, dove il più debole è obbligato a mollare gli ormeggi nella maniera più drammatica, nella condizione-oppressione disperante della paura che diviene vergogna.

Un atto che può esprimersi anche nelle adozioni e in quelle azioni di genitorialità simbolica proprie di coloro che non hanno figli, per una serie infinita di motivi. Se crediamo che niente è sacro e tutto può essere cambiato, inclusi i nostri valori, allora rinunciamo a quella posizione dalla quale può scaturire la vera libertà.

La liberazione, portata all’estremo, significa infatti perdita dei fini, dei limiti, dei confini. E in un mondo senza fini, tutto è un mezzo e niente ha un significato. La nostra ipotesi si basa essenzialmente su una nuova visione dello spazio: per noi lo spazio è unico e, se esso si gonfia tra le galassie, esso deve gonfiarsi anche all’interno di esse. Consideriamo tutto quello che ci circonda, il nostro modo di andare per la strada in auto, come ci rapportiamo con le altre persone nei supermercati, e domandiamoci quanto siamo consapevoli che accanto a noi esistono persone molto simili a noi.

Il gruppo possiede una ragione super-individuale, un valore che supera le richieste individuali, che possono tranquillamente, senza nessun giudizio di valore morale, superare quelle personali. Il neorazzismo è la convinzione che ciascuno debba vivere nel proprio paese, la reazione alla mobilità degli esseri umani, la pretesa di bandire gli indesiderabili.

Ma, in questo caso, la contestazione si concentrava solo sul linguaggio. C’è la fine di ogni ricordo d’umanità, e la barbarie come unico orizzonte.
La natura è come una foresta di simboli tra loro corrispondenti; il mondo è un insieme di simboli che ci parlano in un misterioso linguaggio: né la scienza né motivo possa includere.

A poco a poco riemerge e viene ricomposta tramite la narrazione, in una lettera aperta che la scrive… avvengono cambiamenti importanti, nel modo di pensare, di pensarsi, di riconoscere e regolare le emozioni, nel tono dell’umore, nelle relazioni con gli altri e nel comportamento.

Il trauma non esce dal nostro cervello perché è impossibile dimenticare, però può avere una collocazione migliore, una forma meno disturbante: il ricordo esce dall’isolamento in cui si trovava incapsulato e si collega ad altre reti. Il finale lascia intravedere una possibilità di cambiamento. Attraverso la ricostruzione e l’elaborazione del trauma, e grazie all’incontro con una figura positiva, uno stesso ricordo doloroso, ma non più disturbante, si ricolloca, si riorganizza nelle reti di memoria in modo più adattivo…

Tutto, dunque, sembra parlare di un incontro mancato. Di un appuntamento sempre rimandato… Un Tutto misterioso e inesplicabile, davanti al quale è possibile soltanto il Silenzio.
Quante volte abbiamo dato la colpa alla volontà, la nostra oppure quella altrui, per giustificare, nel positivo, come nel negativo, i nostri comportamenti?.

Credo tante volte, e forse non sono il solo ad averlo fatto. Ovviamente (purtroppo) non esiste una domanda univoca a tutte queste domande. A tale scopo l'esistenza della vita è la rivelazione dell'essenza misteriosa della realtà: segreto riservato, lei cerca di capire le somiglianze negli aspetti primordiali idee. Inevitabilmente nessun contatto né con la logica né con l’empirico...

Si tratta di un’idea di integrazione, di compenetrazione tra il testo in modo da creare un unico univer-so comunicativo che richiami nello spettatore una serie inedita di sensazioni. È quindi evidente che il contatto degli individui con lo spirito del tempo non può essere idealmente intimo quando le forme dei fenomeni vengono affrontate con i guanti dell’analogia.


Autore: Joel Fortunato Reyes Pérez


Autor: "POEMAS CERCANOS" Editorial Palibrio

Poeta
JoelFortunato
Poeta JoelFortunato
Poemas del mismo poetaMás poemas
Rss del poetaRss del poeta
EstadísticasEstadísticas
 
Poema
Fecha 30/12/2016 20:12:28
Lecturas 481
Favoritos 0
Licencia Licencia Creative Commons
Enviar a un amigoEnviar
Versión imprimibleImprimir
Crea un documento PDF con el poemaCrear un pdf
Recientes
Sirvo mudando... (En Castellano Medieval)
Tierno vértice
Zamborotudo zapapico
Verbigeración melindrosa
Neologizar bondadoso
Al azar
Animadversión vivaz
Vibrar acordes
Momento ceniciento
Elefantiástico
Damas verdaderamente
Los usuarios son responsables de sus propios comentarios.

Autor Hilo
Sehmsdorf
Enviado: 31/12/2016 9:29  Actualizado: 31/12/2016 9:29
Incondicional
Incondicional
Avatar
Conectado: 17/12/2016
Desde: Argentina
Envíos: 919
Icon Re: Il sottomarino volare verso l'assurdo.
Gracias por entregarnos esta obra de arte,todos saben de sus bondades poéticas, no tengo por que resaltarlo yo, que solo escribo algunas letras,pero este poema escrito en Italiano que es el idioma casi madre del español Argentino .es perfecto y de una calidad excelsa.Gracias Joel por acercarnos su alma y volcarla en un papel para que podamos verla.
Feliz Año.

Autor Hilo
JoelFortunato
Enviado: 31/12/2016 18:02  Actualizado: 31/12/2016 18:02
Incondicional
Incondicional
Avatar
Conectado: 23/6/2011
Desde:
Envíos: 8209
Icon Re: Il sottomarino volare verso l'assurdo.
Mi estimado y respetado Sehmsdorf. Es un gran privilegio tener su presencia en este espacio, sus comentarios y lectura atenta son muy valiosos para mi y le doy gracias sinceras por su cordialidad y certeras consideraciones. Su noble y fino arte sigo igualmente con mi gusto renovado por la buena factura de su pensamiento, su honestidad e integridad intelectual y estética. Tenga usted éxitos y felicidad en este año nuevo y los siguientes.

Autor Hilo
ltslima
Enviado: 1/1/2017 23:49  Actualizado: 1/1/2017 23:49
Incondicional
Incondicional
Avatar
Conectado: 11/12/2014
Desde:
Envíos: 395
Icon Re: Il sottomarino volare verso l'assurdo.
ola doutor riez, desejo-lhe um ano de boas venturas, saúde e paz.vou levar seu escrito para ler com calma.obgda pela pessoa gentil, e agradável que sinto no senhor.feliz ano. até.

http://www.recantodasletras.com.br/me ... ismo-fe-esperanca/5869240

Autor Hilo
JoelFortunato
Enviado: 2/1/2017 7:09  Actualizado: 2/1/2017 7:09
Incondicional
Incondicional
Avatar
Conectado: 23/6/2011
Desde:
Envíos: 8209
Icon Re: Il sottomarino volare verso l'assurdo.
Desejo-lhe felicidade, paz e saúde você tem na vida dela.
Obrigado por sua leitura e comentários e sua amizade.
Os escritos e poemas que ested publica são importantes e bem-vindos com temas e mensagens nobres.

Etiquetas

Login

Nombre:

Contraseña:

Recordar



¿Recuperar la contraseña?

Regístrese

Comentarios recientes

Poemas más leídos recientemente